Centro OEM utilizza il taglio laser al posto della trancia

L’azienda automobilistica Daimler ha ordinato due linee di tranciatura laser per il centro di Kuppenheim in Germania. Entrambe le linee, che sono previste per la produzione di serie di veicoli compatti, possono essere modificati istantaneamente (con la pressione di un tasto sul CNC) in un’altra modalità di taglio. Il programma di taglio del contorno viene fatto fuori linea e può essere simulato per avere una ottimizzazione. Non dipendendo dalla presenza di costosi stampi, lo stabilimento di produzione dei componenti auto è preparato per poter operare immediatamente per la realizzazione di elementi per i prossimi modelli di autovetture. Le linee laser sono realizzate dalla società tedesca Schuler. In questi sistemi vi sono tre teste laser operanti in tandem che tagliano i contorni di lamiere di ferro o alluminio direttamente da nastri. Il processo di taglio avviene alla velocità di 100 m/min. Questo consentirà di ottenere strutture 2D già adeguate per poter poi dar luogo a componenti per parafanghi, portiere e/o cofani di autovetture una volta che questi elementi vengano sottoposti alle linee di imbutitura esistenti nello stesso stabilimento. I componenti realizzati 3D vengono poi assemblati nello stabilimento Mercedes-Benz di Rastatt. In questo modo viene eliminata la necessità di disporre dei costosi stampi di tranciatura della lamiera, ciascuno dei quali ha un costo vivo di almeno 200.000 € più i costi di immagazzinamento, riparazione e manutenzione. Queste linee di taglio laser sono commercializzate da Schuler sotto il nome di DynamicFlow Technology (DF T).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here