Per elevare la qualità 2B inox ha scelto la sbavatrice satinatrice DMC Metal System 1350

Per rispondere a tempistiche di consegna sempre più brevi e a requisiti qualitativi sempre più elevati, è necessario disporre non solo di competenze ed esperienza, ma anche di attrezzature e tecnologie adeguate e allo stato dell’arte. In quest’ottica, la veneta 2B Inox ha deciso di ampliare il proprio parco macchine con una nuova sbavatrice satinatrice DMC del Gruppo SCM.

La sbavatrice satinatrice DMC Metal System 1350 acquisita da 2B Inox assicura massima praticità d’uso e una meccanica potente per la lavorazione del metallo a secco.
La sbavatrice satinatrice DMC Metal System 1350 acquisita da 2B Inox assicura massima praticità d’uso e una meccanica potente per la lavorazione del metallo a secco.

Nata come azienda metalmeccanica negli anni 60 grazie a Gioacchino Baggio, 2B Inox di Asolo (TV) ha nel tempo maturato una sempre più profonda esperienza nella lavorazione dell’acciaio inossidabile. Competenza che dal 2007 è divenuta attività principale con esecuzioni di varia tipologia sviluppate in due unità produttive: una dedicata alla piccola e media carpenteria, l’altra a carpenteria pesante, con esecuzioni destinate a diversi settori. «Serviamo con maggior prevalenza – spiega Michela Baggio amministratore unico della società e titolare dell’azienda insieme a Giuliano Bazzacco – il comparto alimentare, il farmaceutico, settore lavorazione della pelle oltre al settore della lavorazione del tabacco e a quello delle materie plastiche, di cui ci pregiamo fornire ditte leader mondiali nel loro settore. Forniture oggi non più di lotti numericamente elevati, ma dove la qualità e il servizio di supporto sono divenuti elementi fondamentali di fidelizzazione e di soddisfazione per il cliente».

Giuliano Bazzacco, titolare di 2B Inox di Asolo (TV) insieme a Michela Baggio.
Giuliano Bazzacco, titolare di 2B Inox di Asolo (TV) insieme a Michela Baggio.

Da molti anni, infatti, l’azienda trevigiana ha deciso di strutturarsi e specializzarsi su manufatti speciali, su piccole serie realizzate “ad hoc”, su misura. Una scelta vincente che ha permesso di soddisfare al meglio tempistiche esecutive di mercato sempre più brevi e livelli qualitativi sempre più elevati. Col valore aggiunto di poter fornire un prodotto finito anche certificato Moca, ovvero conforme per il contatto alimentare. «Il tutto è reso possibile – aggiunge Giuliano Bazzacco – grazie a un gruppo di una trentina di addetti motivati e qualificati e a un parco macchine costantemente ampliato, che oggi ci consente di gestire in modo efficiente l’intero ciclo di sviluppo di prodotto». Parco macchine che da qualche mese comprende anche una nuova sbavatrice satinatrice DMC Metal System 1350, noto marchio operante nello sviluppo di soluzioni tecnologiche di elevato livello per la finitura di superfici, dal 1987 appartenente al Gruppo SCM.

Dettaglio gruppo traslante: ciò che lo rende unico e particolarmente efficace è il numero di utensili e l’elevata potenza del motore.
Dettaglio gruppo traslante: ciò che lo rende unico e particolarmente efficace è il numero di utensili e l’elevata potenza del motore.

Flessibile, modulare, affidabile

«La scelta di dotarci di una nuova sbavatrice satinatrice – osserva Bazzacco – è stata dettata dalla necessità di ottimizzare ulteriormente il nostro ciclo produttivo, portando al nostro interno anche questo tipo di lavorazione». Flessibile e affidabile, la sbavatrice satinatrice DMC Metal System 1350 acquisita da 2B Inox assicura massima praticità d’uso e una meccanica potente per la lavorazione del metallo a secco. Soluzione heavy-duty dedicata ad aziende industriali e a terzisti evoluti permette, in un unico passaggio, di eliminare le bave da taglio, rimuovere efficacemente gli spigoli taglienti, pulire e addolcire i bordi dei fori (anche di piccole dimensioni), asportare gli ossidi generati dal taglio (sia sul perimetro esterno del pezzo che all’interno dei fori). «Abbiamo scelto una macchina DMC – continua Bazzacco – prima di tutto per la garanzia che un Gruppo come quello a cui appartiene può offrire in termini di solidità, affidabilità. Ma anche per la più che positiva impressione in termini di scelte tecnologiche adottate: come per esempio la presenza delle doppie spazzole per la sbavatura, oltre ad altri dettagli come il sistema di aspirazione delle polveri lavorazione dove la stessa viene prodotta, e non nella parte alta, a favore di una maggiore pulizia». Completamente modulare, la macchina si caratterizza per una larghezza utile di lavoro di 1.350 mm, ed è capace di processare spessori compresi tra 0,6 e 170 mm. A seconda delle specifiche necessità è disponibile in varie configurazioni, grazie a una struttura portante in grado di ospitare fino a dieci gruppi operatori per soddisfare alla perfezione qualsiasi esigenza di sbavatura e satinatura. Questi ultimi, di nuova concezione (ciascuno dei quali incorpora la propria componentistica elettronica e pneumatica), consentono di mantenere sempre la composizione macchina allineata alle eventuali mutevoli esigenze di produzione: è infatti possibile sostituire i singoli gruppi operatori (o semplicemente modificarne l’ordine) in modo rapido ed economico. «La configurazione da noi prescelta – spiega Bazzacco – vede l’impiego di un primo rullo di contatto morbido, abbinato a un efficiente ed efficace gruppo centrale con doppia fila di spazzole (gruppo a dischi traslanti DT, ndr), con un secondo passaggio a 55 sh. In altre parole, col primo passaggio vengono sbavati gli spigoli del pezzo, poi viene sbavata la parte interna, a cui segue la satinatura finale oppure può essere eseguito il passaggio con rullo Scotch Brite». Il gruppo a dischi traslanti DT è stato sviluppato da DMC per rispondere alle più complesse esigenze di sbavatura e di arrotondamento degli spigoli. Ciò che lo rende unico e particolarmente efficace è la possibilità di lavorare pezzi di piccole dimensioni, oltre alla facilità e rapidità del cambio utensile.

Particolari in acciaio inossidabile tagliati, forati, piegati e saldati.
Particolari in acciaio inossidabile tagliati, forati, piegati e saldati.

Parametri sotto-controllo, in tempo reale

«Abbiamo deciso di integrare nel nostro parco macchine questa nuova sbavatrice satinatrice – ribadisce lo stesso Bazzacco – non solo per ottimizzare le tempistiche, ma per elevare ulteriormente il livello qualitativo dei manufatti. Con la migliore ripetibilità. A questo proposito, per agevolare l’operatore, abbiamo optato per disporre anche del grit-set elettronico, ovvero della regolazione della posizione di lavoro del rullo non manuale ma da quadro comandi». Ad agevolare l’operatore è anche il controllo Hydra V-Pad, di serie su tutte le sbavatrici serie System di DMC, che consente di impostare da touch-screen tutti i parametri di lavorazione, e di verificare in tempo reale il corretto funzionamento della macchina. «Automazioni e facilità di processo – aggiunge e conclude Bazzacco – di sicuro aiuto per l’operatore, ma che necessitano di esperienza e competenze nella lavorazione dell’acciaio inossidabile, Aisi 304 e 316. Materiale certamente non così facile da processare se i requisiti, come quelli richiesti dai settori ai quali ci rivolgiamo, sono molto stringenti in termini di tolleranze, pulizia e resa estetica».

Micropallinatura e calandratura su serbatoi in acciaio inox.
Micropallinatura e calandratura su serbatoi in acciaio inox.

L’azienda in pillole

2B Inox svolge oggi la propria attività a Asolo (TV) in due unità produttive. Un totale di circa 3.000 mq coperti di superficie, dove una trentina di addetti realizzano in un reparto manufatti di piccola e media carpenteria; nell’altro componenti di carpenteria pesante destinati a diversi settori. «Denominatore comune – sottolinea Michela Baggio, amministratore unico e titolare insieme a Giuliano Bazzacco, nonché figlia del fondatore Gioacchino Baggio – è la grande cura e attenzione data a ogni commessa. Un supporto al cliente a 360 gradi, dalla A alla Z». Un approccio che mostra il miglior equilibrio tra una tradizione artigianale consolidata e una gestione industriale, necessario per affrontare le nuove sfide che il mercato attuale impone. «Sin dalla nascita dell’azienda – aggiunge Baggio – l’attitudine della proprietà è sempre stata quella di grande dedizione al lavoro e all’aggiornamento tecnologico. Oggi possiamo così vantare un parco macchine articolato che ci consente di gestire al meglio ogni fase di realizzazione dei manufatti e assemblati. Non di certo un punto di arrivo. Affrontiamo infatti con grande dinamicità eventuali opportunità di crescita, valutando possibili nuovi investimenti proprio con lo scopo di soddisfare ancora meglio le esigenze dei nostri clienti». Parco macchine che consente qualunque tipo di lavorazione di acciaio inox, dalla tornitura al taglio, dalla piega alla saldatura. Oltre alla nuova sbavatrice satinatrice DMC Metal System 1350, 2B Inox si avvale, tra gli altri, di taglio laser a CO2 (area di lavoro da 1.500×3.000 mm), di pressopiegatrici (da 2.500 a 7.200 mm di luce di piega, a 2-7 assi), calandre, centri di lavoro, curvatubi, presse. «Nostro fiore all’occhiello – conclude Baggio – è anche il reparto di saldatura al plasma, dove effettuiamo anche saldatura di tubi alimentari con gas dall’interno, oltre alla lucidatura manuale».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here