Gli italiani sul tetto d’Europa

Luigi Galdabini, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, lascia il ruolo di coordinatore del comitato tecnico di CECIMO per entrare nel board e assumere la carica di vicepresidente dell’associazione europea delle industrie della macchina utensile cui fanno capo 15 associazioni nazionali di categoria e circa 1500 imprese.

La designazione di Luigi Galdabini, presidente della GALDABINI SPA, società leader del settore con sede a Cardano al Campo (Varese), è avvenuta nel corso della assemblea generale del CECIMO, che si è tenuta all’inizio di novembre a Vienna.

Luigi Galdabini, ha dichiarato: “la globalizzazione del mercato e la crescente competizione praticata dai concorrenti asiatici, primi fra tutti i cinesi, impone ai costruttori dell’area europea una nuova visione più ampia e aperta. Per questo, in linea con quanto già fin qui svolto anche e ancor più da membro del board di CECIMO, collaborerò con i colleghi delegati delle altre nazioni alla definizione di una politica di salvaguardia dell’industria europea del bene strumentale e del “made in Europe” di settore.

Pier Luigi Streparava

Nell’occasione della assemblea generale di CECIMO, Pier Luigi Streparava, imprenditore bresciano presidente della STREPARAVA SPA (Adro), società specializzata nella produzione di macchine utensili e componentistica per il settore automotive, membro del board e tesoriere di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, è stato nominato Commissario Generale di EMO MILANO 2015.

Il coordinamento del Comitato Tecnico CECIMO passa a Giancarlo Losma, imprenditore bergamasco presidente della LOSMA SPA (Curno) e di Federmacchine, la federazione nazionale delle associazioni dei produttori di beni strumentali destinati allo svolgimento di processi manifatturieri dell’industria e dell’artigianato, oltre che past president di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here