Grande lo stampo, grande la servo pressa

Gestire al proprio interno stampi di grandi dimensioni diviene prioritario per assicurare il più elevato livello di competitività; sia per dare risposte rapide al cliente, sia per ottimizzare il proprio processo di sviluppo e costruzione stampi per la trasformazione delle lamiere. Per soddisfare al meglio queste esigenze, uno stampista e stampatore veneto ha acquisito una macchina in grado di rispondere a precisi requisiti, agevolando al tempo stesso qualità e flessibilità operativa.

La servo pressa Zani di Mas Meccanica vanta una dimensione tavola da 4.000 x 2.000 mm, corsa massima di 400 mm, oltre a una velocità ala corsa di 2 ÷ 35 colpi/min e una velocità in pendolo (100 mm) pari a 2 ÷ 50 colpi/min.
La servo pressa Zani di Mas Meccanica vanta una dimensione tavola da 4.000 x 2.000 mm, corsa massima di 400 mm, oltre a una velocità ala corsa di 2 ÷ 35 colpi/min e una velocità in pendolo (100 mm) pari a 2 ÷ 50 colpi/min.

Nata dall’esperienza e dal know-how dei titolari nel settore degli stampi e dello stampaggio, Mas Meccanica riveste un ruolo da protagonista nel proprio comparto operativo, sia in ambito nazionale che internazionale. Dalla propria sede di Torre di Mosto, in provincia di Venezia, progetta e realizza soluzioni di trancio – piega – imbutitura e stampi progressivi per lamiera che abbracciano vari settori del mercato, tra cui spiccano l’automotive, il comparto tecnico sportivo, il settore alimentare, il farmaceutico, i comparti elettrico ed elettronico, il settore dell’elettrodomestico e quello del giardinaggio. Attività svolta riponendo grande attenzione non solo nella ricerca e sviluppo di processo, ma anche nel costante aggiornamento tecnologico. «Aspetti che ritengo indispensabili – conferma il titolare Simone Masetto – qualora, come nel nostro caso, l’orientamento operativo è da sempre rivolto a puntare sempre su una qualità di processo e di prodotto senza compromessi». Ed è proprio in questo contesto che si colloca la recente acquisizione di una nuova pressa Zani che ha portato con sé non solo un aggiornamento tecnologico, ma anche un ampliamento del sito produttivo (portando lo stesso da 2.000 a circa 3.400 mq) e conseguentemente un’aumentata opportunità di mercato. «Ampliamento più che necessario – continua Masetto – per poter far fronte a esigenze logistiche e non solo che oggi ci permettono una maggiore flessibilità e un’altrettanta rapidità di risposta nei confronti del cliente». La macchina acquisita è una servo pressa Zani Servo Master da ben 800 t, la prima servo pressa, per capacità e dimensioni, a essere installata in Italia dopo averne vendute diverse in tutta Europa fino a 2.500 tonnellate con grande soddisfazione dal costruttore comasco.

Il valore aggiunto della cinematica ginocchiera

La tecnologia adottata da Zani sulla proprie servopresse assicura una riduzione della flessione e un migliore scarico delle forze.
La tecnologia adottata da Zani sulla proprie servopresse assicura una riduzione della flessione e un migliore scarico delle forze.

«La motivazione principale – spiega Masetto – che ci ha spinto e convinto in questo investimento riguarda il dover far fronte a stampi di dimensioni sempre maggiori. Da qualche anno a questa parte, complice anche l’interesse e il servizio prestato al comparto automotive, ci troviamo infatti sempre più spesso a progettare e realizzare stampi di grandi dimensioni, che non di rado raggiungono e superano i 3 metri». Stampi di considerevoli dimensioni per i quali, in precedenza, non era più possibile per Masetto testarli proficuamente in modo diretto nella propria unità produttiva (se non a moduli, con tutti i limiti e difficoltà del caso), con oggettivi disagi in caso di eventuali modifiche da apportare ecc. A maggior ragione quando il cliente si trova non a pochi chilometri ma dislocato in Europa. «Un investimento importante – ribadisce e aggiunge lo stesso Masetto – atto a soddisfare anche adeguate esigenze di stampaggio che oggi possiamo offrire anche attraverso la neonata Mas Tecnologie, azienda sempre di nostra proprietà e gestione, alla quale abbiamo deciso di affidare la sola parte esecutiva di produzione». Più nel dettaglio, con ciclo pressa flessibile e programmabile in moto convenzionale oppure a pendolo, la nuova pressa Servo Master appartiene a una gamma di macchine capaci di erogare potenze comprese tra un minimo di 200 e un massimo di 3.000 t, con tavole fino a 7 m. e una dotazione possibile con 1-2-4 bielle per corse fisse o regolabili fino a 800 mm e velocità di lavoro che possono raggiungere i 200 colpi al minuto. Quella scelta da Masetto, oltre alla già citata potenza di 800 t, vanta una dimensione tavola da 4.000 x 2.000 mm, corsa massima di 400 mm, oltre a una velocità alla corsa di 2 ÷ 35 colpi/min e una velocità in pendolo (100 mm) pari a 2 ÷ 50 colpi/min. Una particolarità delle presse servo di Zani è data dal fatto che la cinematica è di tipo a “ginocchiera”. Una scelta, in alternativa alla cinematica ad eccentrici, alla quale il costruttore è giunto, dopo una attenta analisi della richieste e dei feedback provenienti dai propri clienti. Tale cinematica porta in effetti una serie di benefici sia sulla macchina stessa (distanza maggiore tra i punti di spinta, maggiore rigidità e ridotte flessioni), sia sui pezzi prodotti, in particolar modo in quei casi laddove elevate precisioni e coniature siano parametri prioritari. Allo stesso modo, anche la taglia dei motori richiesti dalla cinematica a ginocchiera risulta inferiore, con minore costo d’investimento e minore consumi energetici globali. «In sintesi – prosegue Masetto – una macchina flessibile, versatile e che, per come progettata e costruita, assicura una produttività elevata garantita anche dalla dotazione di linea da coil e di un transfer a tre assi elettronico che ci permette la massima libertà».

Progettazione e produzione

Esempio di uno stampo sopra i 3 metri di lunghezza e a transfer realizzato da Mas Meccanica.
Esempio di uno stampo sopra i 3 metri di lunghezza e a transfer realizzato da Mas Meccanica.

Grazie al know-how acquisito e alla dotazione tecnologica, Mas Meccanica è in grado di gestire e ottimizzare il proprio processo di sviluppo e costruzione stampi per la trasformazione delle lamiere: dall’analisi iniziale del particolare alla realizzazione attraverso lo stampo. «Applicando le nostre tecnologie 3D – commenta Masetto – in sinergia con le evolute macchine disponibili, riusciamo a rendere molto competitivi i tempi di realizzo del progetto e a soddisfare il cliente seguendolo, se necessario, anche nel design e nel co-design del particolare stesso, mantenendo la sua funzionalità e cercando di coniugare al meglio costi e soluzioni tecniche». In Mas Meccanica lo sviluppo e la realizzazione dei particolari viene eseguita da personale qualificato e specializzato con l’aiuto di sistemi a CN; le finiture e l’assemblaggio sono effettuate da tecnici con esperienza decennale in grado di assicurare qualità e affidabilità delle attrezzature. «Una cura dei dettagli – aggiunge lo stesso Masetto – e della loro precisione che ne determinano senza dubbio la durata e la funzionalità negli anni. Allo stesso modo, grazie a una gestione evoluta del dato digitale, riusciamo a garantire una ricambistica anche a distanza di molti anni». In questo contesto l’azienda esegue prototipi, preserie e produzioni in genere con tempi molto efficienti, con una capacità produttiva resa ancora più efficiente con l’acquisizione della pressa Zani. Tutto ciò operando da sempre con un sistema di “qualità aziendale” che negli anni ha portato alla certificazione ISO 9001. Un riconoscimento che colloca Mas Meccanica quale realtà dinamica che sostiene il concetto di “qualità del prodotto e del sistema” in un costante e continuo miglioramento, nel quale il criterio fondamentale è la soddisfazione del cliente. Rilevante è anche il passaggio avviato da un sistema ISO 9001 a ISO/TS 16949 previsto per giugno 2015. «Qualità – conclude Masetto – nella quale la componente umana gioca ancora oggi un ruolo determinante. Solo con essa è possibile massimizzare i benefici della tecnologia disponibile, oltre che consolidare la nostra posizione in un mercato dove il valore aggiunto che riusciamo a fornire al cliente, si deve poter tradurre in maggiore competitività».

Da oltre mezzo secolo al servizio della deformazione della lamiera

Mezzo secolo di attività dedicato alla continua crescita tecnologica con investimenti nei mezzi produttivi, nella ricerca e negli uomini, col preciso scopo di realizzare con capacità, creatività e fantasia macchine, impianti e sistemi per lo stampaggio della lamiera ad alto valore aggiunto. Soluzioni in grado di offrire un importante vantaggio competitivo grazie all’esperienza e alla lungimiranza imprenditoriale della famiglia Zaffaroni, oggi presente in azienda con la sua terza generazione e che, dalla propria sede di Turate (CO), quotidianamente costruisce il proprio futuro cogliendo le migliori opportunità di mercato. Costante innovazione tecnologica, esperienza e know-how produttivo sono i tratti distintivi di Zani. Qualità che si traducono e concretizzando in una gamma di prodotto che oggi comprende macchine serie Power Master (presse cinematiche a eccentrici, con potenza da 1.000 a 20.000 kN, tavole fino a 7 m, in versioni da 1-2-4 bielle, corse fisse o regolabili fino a 800 mm, velocità di lavoro fino a 200 c/min), macchine serie Motion Master (presse con cinematica a doppia ginocchiera modificata per il rallentamento, con potenza da 1.000 a 30.000 kn, tavole fino a 7 m, 1-2-4 bielle, corse fisse o regolabili fino a 800 mm, velocità di lavoro fino a 200 c/min). A queste si aggiungono poi le presse appartenenti alla serie Servo Master, presse con cinematica a eccentrici o a ginocchiera azionate da servo motori proprio come quella acquisita da Mas Meccanica, o ancora le presse Hipro Master. Queste ultime sono macchine con cinematica a eccentrici caratterizzate da bilanciamento dinamico e plunger, capaci di erogare una potenza da 1.000 a 3.000 kN con tavole fino a 2 m, 2 bielle e velocità di lavoro fino a 300 c/min.

 

Stampi e stampaggio in sinergia

Con sede operativa a Torre di Mosto, in provincia di Venezia, Mas Meccanica si occupa di progettazione e produzione stampi, attività sviluppata nel 2001 dai titolari, la famiglia Masetto, grazie a una profonda esperienza e al know-how maturato. Una family company che negli anni ha saputo assumere un ruolo predominante nel settore degli stampi atti alla realizzazione dei circuiti tranciati per i portalampade equipaggiati per le maggiori case automobilistiche europee, e un ruolo ormai primario nella costruzione di stampi per il settore alimentare, diventando partner principale di molte aziende nostrane ed europee. In questo contesto, nella stessa sede operativa (recentemente ampliata anche per l’acquisto della servo pressa Zani da 800 t protagonista di questo articolo) trova collocazione anche Mas Tecnologie, neonata realtà sempre guidata e gestita dalla famiglia Masetto, orientata solo alle attività di stampaggio, saldatura e assemblaggio di particolari metallici per il settore automotive. Una sinergia che consentirà di ampliare ulteriormente le opportunità di mercato, oltre che poter fornire un servizio ancora più completo grazie a un personale qualificato e motivato composto da una quarantina di persone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here