I “Fratelli Lamière” in scena a MECSPE

In arrivo la possibilità di creare mobili su misura, in lamiera, tramite una app. L’utente ha la necessità di riempire uno spazio domestico specifico. Una foto scattata con lo smartphone, gestita dal software del progetto, gli permette di modellare il suo mobile. Il software è supportato da un sistema parametrico che gestisce un database operativo.I mobili “F.lli Lamière” sono realizzati in lamiera. La sfida degli inventori, tre ragazzi dell’Accademia Naba di Milano, è stata quella di rivolgere il loro interesse ad un materiale poco sperimentato nel mondo del design. Solo da qualche anno infatti è possibile ottenere una grande varietà di forme grazie alle nuove tecnologie quali lasercut e CNC.
L’armadietto in lamiera, icona dello standard e dell’arredo da ufficio, viene ricollocato in un ambiente domestico con un nuovo linguaggio formale: da spigoloso a morbido e curvo, da freddo a vivace, da grigio a colorato. La curiosità di sperimentare con la lamiera è stata supportata da un confronto costante con Mobilferro, azienda di Sovico (MB). Incrociare le larghe vedute degli studenti con le profonde conoscenze tecniche dell’azienda ha permesso di raggiungere la definizione del sistema e dei primi prototipi.

Aimone Maltese, Sara Ricciardi e Martina Salvato si incontrano alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano (NABA) durante il Biennio Specialistico in Design del Prodotto. All’interno del corso di Product Design rivolto a indagare le moderne tecnologie, diretto dal docente Denis Santachiara, intraprendono insieme un percorso progettuale dedicato al sistema “Fratelli Lamière”. Il progetto, iniziato da circa un anno, ha coinvolto i giovani designers in una vantaggiosa collaborazione con l’azienda Mobilferro. Tale sperimentazione è volta a valorizzare le potenzialità della lamiera nel settore dell’arredo design.

I prototipi e i designer coinvolti saranno presenti alla prossima edizione di MECSPE, la fiera della meccanica specializzata, che si terrà presso fiere di Parma dal 27 al 29 marzo 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here