Il taglio laser per smantellare centrali nucleari

L’Istituto inglese della saldatura TWI sta lavorando per l’uso del laser nello smantellamento (in inglese = decommissioning) delle centrali nucleari nazionali fuori uso. Lo scopo è quello di sviluppare un processo di taglio per la riduzione in dimensioni delle infrastrutture metalliche e in cemento degli impianti nucleari. La tecnica laser, già dimostrata in simulacri di impianti offre significativi vantaggi come lavorazione non a contatto (il fascio laser è fatto penetrare nella struttura da un sistema a fibra ottica snodabile ) sia tecnici che economici. I fondi che sono a disposizione in UK per smantellare le 18 centrali nucleari dismesse sono di oltre 95 miliardi di euro e il programma completo a lungo termine è di oltre 1200 miliardi. TWI sta discutendo la possibilità di collaborare con enti internazionali su un programma più vasto che comprenda anche le centrali dismesse in Europa e negli USA.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here