Infinite possibilità di misura con Dx50-2 Pro

fig.jSICK, produttore di sensori e soluzioni per l’automazione industriale, presenta la seconda generazione di sensori Dx50-2, nata per segnare una nuova era nella misurazione di distanza. Dx50-2 Pro, infatti, è caratterizzato da prestazioni ben al di sopra della norma. Il cuore del sensore è l’affermata tecnologia HDDMTM (High-Definition Distance Measurement) brevettata da SICK e basata sul tempo di volo. Grazie a questo sistema, Dx50-2 Pro garantisce una misura precisa ed affidabile con distanze di lavoro fino a 10m su oggetti neri e 30m su oggetti bianchi e su materiali ad elevate temperature, in qualsiasi condizione di luce e angolazione, innalzando così la qualità del processo. Il tempo di aggiornamento dell’uscita arriva fino a 3.000 valori al secondo, per ritmi di produzione sempre più rapidi e controllati. Stress meccanici, variazioni di luce, temperature estreme: nulla disturba il funzionamento del Dx50-2 Pro. La robusta custodia in metallo soddisfa i gradi di protezione IP 65 e IP 67 proteggendo il sensore in qualsiasi condizione, garantendone l’affidabilità anche in ambienti gravosi con temperature comprese tra -40°C e +65°C. Così come tutti i prodotti SICK, anche il nuovo Dx50-2 Pro è caratterizzato da un funzionamento semplice ed intuitivo. La custodia del sensore è arricchita da un display LCD tramite cui è possibile impostare velocità, campo di rilevamento e ripetibilità da 0,5mm a 5mm a seconda delle proprie esigenze. Tre le opzioni di uscita tra cui scegliere: analogica, statica o IO-Link per un controllo completo del processo, dall’installazione alla manutenzione. Inoltre il sensore integra la funzionalità di confronto profili per il controllo e lo smistamento di oggetti. L’ampia portata di misura e il design compatto del Dx50-2 Pro lo rendono un sensore di misura davvero versatile, adatto a svariati settori applicativi, anche complessi.  Questa famiglia di sensori può essere impiegata nell’industria metallica e siderurgica per la misurazione di rotoli e bobine, in quella automobilistica per il posizionamento dei robot, in quella metallurgica e delle acciaierie per il rilevamento e la misura di materiali ad alte temperature, ma anche nei trasporti e nella logistica per prevenire le collisioni nei porti mercantili e per misurare le altezze e le distanze dei container.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here