Lavoro in fabbrica: perché no?

Viaggio nel mondo delle imprese metalmeccaniche italiane le quali, nonostante la crisi, cercano ancora manodopera qualificata e giovani volenterosi da formare. In questa ricerca, tuttavia, incontrano davvero molte difficoltà. Abbiamo cercato di capire perché. Videoinchiesta di Federica Di Luca.

CONDIVIDI

1 commento

  1. Salve , non mi venite a dire che l’industria medio piccola in metalmeccanica cerca personale, meglio dire che cercano personale inesperto da sottopagare, all’industria di oggi non sa che farne di personale competente e con vasta esperienza tecnica.
    Se si vuole cercare personale esperto a mio avviso lo si trova ma si deve mettere in conto che in genere ha una certa età .
    Io mi sono sentito dire che la mia competenza sarebbe molto apprezzata per risolvere tanti problemi ma…. preferiscono persone con meno esperienza per non toccare certi equilibri inadeguati all’interno del loro personale,
    Portare innovazione si possono toccare determinati malcontenti che nocerebbero alla situazione precaria che c’è .
    Ho cercato un semplice lavoro senza mai riuscirci anche il più umile per restare nella mia più grande passione , la meccanica
    Arrivati a questi livelli ho deciso: butto via tutta la mia esperienza e cambio mestiere, dopo più di 35 anni di alta esperienza nella meccanica di precisione .
    E cosi credo siano in molti a farlo .
    Preciso io sono un consulente meccanico orafo e non solo ho una esperienza che ritengo valida anche su trance lamiera, L’ultima offerta che mi hanno fatto e quella di costruire di sana pianta un’officina meccanica di alta precisione e i mio compenso sarebbe stato di 2000 euro lorde al mese cambiando anche regione …inaccettabile.
    Chiudo , grazie
    Fernando

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here