Ridgid ridefinisce le pressatrici

Creare nuovi standard per le prestazioni di uno strumento è nel DNA di Ridgid. L’azienda ha prodotto un secolo fa il suo primo strumento per la lavorazione delle tubature e per l’industria degli appaltatori e terzisti – una chiave per tubi rivoluzionaria, per lavorazioni molto pesanti. Da allora Ridgid si è evoluta ed è divenuto uno dei più importanti fornitori di strumenti a livello mondiale, per l’utenza professionale. L’azienda produce oltre 300 strumenti diversi in più di 4.000 modelli – dalla chiave originale ad altri strumenti per tubi / tubazioni, pressatrici per unire tubi di rame, tubi di scarico e attrezzature per la pulizia, strumenti diagnostici e di controllo all’avanguardia. L’ultima innovazione Ridgid è la pressatrice RP 340, il successore della già nota RP 330: «Gli operatori ci hanno detto che trascinarsi dietro una pressatrice standard per tutto il giorno è faticoso», spiega Enver Celik, Product Manager. «Ma quando sono passati a uno strumento compatto, hanno subito notato la differenza di prestazioni. Così abbiamo creato la RP 340 per dare loro il meglio dei due mondi. È lunga solo 33 centimetri e pesa solo 3.76 kg, caratteristiche che la rendono il 30% più piccola e il 17% più leggera della RP 330. Ma questa comodità non è stata raggiunta a scapito della potenza: eroga una forza di pressione di 32KN, ed è in grado di pressare fino a 108 millimetri. In sostanza, i clienti hanno la potenza di uno strumento di grande capacità, con la comodità di avere uno strumento molto compatto.» La RP 340 garantisce anche un valore a lungo termine. Celik spiega: «Ci sono delle pressatrici sul mercato che hanno bisogno di essere ricalibrate ogni anno, e questo è un costo aggiuntivo. La RP 340 deve essere ricalibrata solo dopo 42.000 cicli, cioè circa ogni quattro anni, o anche di più a seconda della frequenza di utilizzo degli strumenti. Così, un operatore che investe nella RP 340 non acquista solo una pressatrice di qualità superiore, ma anche uno strumento più economico sul lungo termine. « Un altro vantaggio della RP 340 è la sua flessibilità: «È dotata di un adattatore di corrente con cavo staccabile che può essere sostituito con batterie al litio avanzate», spiega Celik. «Quindi, se si sta lavorando in un sito senza elettricità, si può proseguire con il lavoro passando all’alimentazione a batteria. Oppure, se si sta utilizzando le batterie e queste si esauriscono, non significa che il turno di lavoro deve finire, si può passare all’alimentazione a corrente. Tutto questo per dare maggiore flessibilità, affinche gli utilizzatori possano eseguire più lavori. « E a proposito delle batterie, Ridgid ha apportato dei miglioramenti anche in questo ambito: le nuove batterie al litio di ultima tecnologia sono più piccole e leggere, e si caricano in soli 30 minuti – il 50% più veloce rispetto alle batterie della RP 330. In linea con la sua filosofia di efficienza sul posto di lavoro, la RP 340 è compatibile con le ganasce standard non solo di Ridgid, ma anche di altri produttori. Quindi gli utilizzatori possono semplicemente trasferire le ganasce dal loro strumento attuale per risparmiare denaro. Altri miglioramenti per la RP 340 includono la luce LED bianca per illuminare gli spazi di lavoro. E per un maggiore comfort e sicurezza, sono presenti delle cinghie in nylon che consentono di portare lo strumento a tracolla.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here