S.G.M.: tagli a smusso al plasma, alta precisione su alti spessori

Per rispondere a determinate richieste provenienti dal settore navale, ma non solo, la friulana S.G.M. ha deciso di dotarsi di un nuovo impianto di taglio Koike. Un’integrazione produttiva che permette all’azienda di iniziare una nuova e importante fase di crescita.

Da sinistra Massimiliano Epis, amministratore delegato Koike Italia di Rodano (M), Maurizio Abbatematteo, titolare S.G.M.
Da sinistra Massimiliano Epis, amministratore delegato Koike Italia di Rodano (M), Maurizio Abbatematteo, titolare S.G.M.

Nata una ventina di anni fa, S.G.M. è composta oggi da un organico costituito da circa 400 unità (tra personale diretto e indiretto) che vanta una pluriennale esperienza acquisita nel settore delle installazioni di impianti elettrici, carpenteria leggera e pesante, in ambito civile, industriale e navale. «Un cospicuo numero di addetti – spiega il titolare Maurizio Abbatematteo – impiegati su diverse commesse in appalto per vari cantieri sparsi su tutto il territorio nazionale, oggi focalizzati su tre ambiti operativi: impiantistica elettrica, carpenteria leggera e pesante, costruzione tubi con saldature di ogni genere». Forte delle competenze acquisite, da circa un paio d’anni l’azienda ha deciso di riorganizzare le risorse tecniche e di strutturarsi per la parte di lavorazioni meccaniche con una propria sede operativa a Visco (UD). Stiamo parlando di un’unità produttiva di circa 70mila metri quadrati, dei quali 18mila coperti (mentre il restante destinato alla logistica), all’interno della quale si trovano due reparti. «Un reparto – precisa Abbatematteo – è attrezzato per svolgere tutte le attività collegate alla lavorazione e costruzione tubi e tubazioni di vario genere anche di generose dimensioni e spessori. L’altro è interamente dedicato al taglio lamiere e alla costruzione di carpenteria pesante con un servizio anche conto terzi». Ed è proprio in quest’ultimo reparto che S.G.M. ha recentemente installato un portale di taglio al plasma Deltatex 5000 di Koike, azienda con casa madre giapponese e presente in Italia con una filiale diretta a Milano.

Vista dall’alto portale di taglio al plasma Koike Deltatex 5000 presso la stabilimento S.G.M. di Visco (UD).
Vista dall’alto portale di taglio al plasma Koike Deltatex 5000 presso la stabilimento S.G.M. di Visco (UD).

Massima produttività 24 ore su 24

«L’esigenza di acquisire questo impianto – aggiunge Abbatematteo – è stata dettata dalla volontà di poter rispondere ad alcune richieste di attività particolari di taglio a smusso al plasma. Così, dopo aver attentamente valutato le opportunità presenti sul mercato in termini di tecnologia, prestazioni e affidabilità, abbiamo deciso per l’acquisto del portale Koike». Deltatex è una robusta macchina a portale sviluppata per soddisfare le più elevate esigenze in termini di precisione, facilità d’uso e prestazioni. Progettata per lavorare negli ambienti di produzione più difficili e idonea per il lavoro su più turni, si caratterizza per la configurazione a portale gantry, a doppia trave rinforzata con impiego di doppie guide lineari e robusti pignoni e cremagliere. Il portale scorre su binari rettificati ed è movimentato sui due lati con compensazione differenziale integrata per spostamenti precisi. La rigida costruzione con servoasse c.a. assicura eccellenti proprietà dinamiche con elevata precisione di esecuzione del taglio con velocità di posizionamento fino a 34 m/min. La versione scelta da S.G.M. (con piano di lavoro con taglio utile trasversale fino a 4.000 mm e taglio longitudinale fino a 30.000 mm), grazie al generatore Kjellberg HiFocus 360i, è in grado di lavorare lamiere di ferro e acciaio con spessori compresi tra un minimo di 1 a un massimo 50 mm. «Prestazioni e affidabilità – sottolinea Abbatematteo – che ci permettono di effettuare in modo efficace e rapido tagli precisi e puliti. Con una produttività che oggi verte su tre turni, 24 ore su 24 e che impegna con grande continuità la macchina. Macchina che, a distanza di circa un anno dall’installazione, seppur sottoposta a un’ingente sollecitazione di processi, non ha deluso le nostre aspettative. Nemmeno per quanto riguarda l’aspetto legato ai consumi e ai consumabili, veramente molto contenuti rispetto alla mole di lavoro». Durante la nostra visita in azienda abbiamo potuto constatare di persona le generose dimensioni e gli spessori delle lamiere in lavorazione. Alcune di queste, già saldate e pronte per essere consegnate in alcuni cantieri navali, attese da altre squadre di tecnici S.G.M. per il successivo assemblaggio.

Con testa a smusso 3D-Link, il portale Koike Deltatex 5000 è in grado di lavorare lamiere di ferro e acciaio con spessori fino a 50 mm.
Con testa a smusso 3D-Link, il portale Koike Deltatex 5000 è in grado di lavorare lamiere di ferro e acciaio con spessori fino a 50 mm.

Tagli a smusso precisi e rapidi

«Determinante nella scelta di questo impianto – rileva e ribadisce lo stesso Abbatematteo – è stata la necessità e possibilità di eseguire tagli inclinati precisi, ovvero la cianfrinatura di preparazione laddove prevista la successiva saldatura dei pezzi». Cuore tecnologico per questa opportunità è il 3D-Link, l’unità per tagli a smusso al plasma Koike (tra l’altro premiata dalla Japan Welding & Engineering Society) la quale, grazie all’elevata velocità di regolazione dell’angolo (pari a 100°/sec), permette di processare forme complesse riducendo i tempi di elaborazione e la lavorazione necessaria. La procedura guidata integrata nel Cnc Katana include tutti i valori necessari per un taglio a smusso accurato a seconda del tipo di materiale, dello spessore e degli angoli, dopodiché l’intero sistema è regolato automaticamente con i parametri corretti. Modulare e flessibile, il Cnc Katana è strutturato per la rapida implementazione di eventuali nuove funzioni. Caratterizzato da un’interfaccia intuitiva, è stato pensato e realizzato per operare con tecnologia touch-screen, supportare viste multi-finestra su di un pannello operatore tattile di 15». Il display multi-touch assicura superba efficienza multi-tasking, permettendo allo stesso operatore di ruotare e ingrandire le sagome da tagliare, consultare diversi livelli del programma in lavorazione durante l’esecuzione della stessa, zoomare e modificare sullo schermo con semplici gesti della mano.

Costruzione e assemblaggio blocchi di grande carpenteria fino a 150 ton con lamiera di spessore da 15 a 50 mm in acciaio al carbonio da destinare a fondo bacino per realizzazione nave (saldatura a filo/CO2).
Costruzione e assemblaggio blocchi di grande carpenteria fino a 150 ton con lamiera di spessore da 15 a 50 mm in acciaio al carbonio da destinare a fondo bacino per realizzazione nave (saldatura a filo/CO2).

Qualità certificata

«L’impianto Koike – spiega Abbatematteo – ci permette di lavorare agevolmente e con la massima produttività tutti i tipi di acciai, in spessori fino a 50 mm. Ma è nostro obiettivo futuro elevare ulteriormente questo valore con l’integrazione di nuove attrezzature, già in fase di valutazione e che presto potrebbero trovare posto in reparto». A questo proposito l’azienda guarda al futuro con grandi stimolo di crescita. Tant’è che la proprietà, che sta ultimando circa 1.000 mq da adibire a uffici amministrativi e uffici tecnici, ha già acquisito un’area (confinante con l’attuale) di altri 30mila metri quadrati. «Fare impresa – osserva Abbatematteo – porta con sé la necessità di investire per tempo per rispondere in modo sempre più adeguato al mercato, talvolta anticipandolo. Il positivo riscontro che proviene dai nostri clienti è sicuramente il motore che alimenta la volontà di migliorare continuamente in termini produttivi e qualitativi».

Certificata ISO 9001 (e prossima all’ottenimento della certificazione EN 1090), S.G.M. investe molte risorse anche nella formazione dei propri addetti. «Le nostre maestranze – sottolinea e conclude Abbatematteo – frequentano costantemente corsi di aggiornamento, oltre che di qualifica, come nel caso della saldatura. La nostra azienda ha sempre puntato sulla competenza dei propri addetti come anche sui giovani sui quali crediamo fermamente per poter dare solida continuità e futuro a tutte le nostre attività».

Testa a forare

Nuova testa a forare Koike Power Drill.
Nuova testa a forare Koike Power Drill.

L’impianto di taglio al plasma Deltatex 5000 acquisito da S.G.M. è dotabile da Koike anche con la nuova testa a forare Power Drill KPD25, fornita con un magazzino laterale per un massimo di 5 pezzi, per provvedere al cambio in automatico delle punte di foratura. Non è richiesto nessun intervento esterno da parte dell’operatore. Il carrello di supporto è movimentato tramite motore e fissato pneumaticamente alla trave del portale da taglio. In questo modo si garantisce la stabilità del processo e si prevengono le eventuali rotture delle punte di foratura durante le fasi di lavorazione. Un sensore dedicato conferisce al Cnc l’esatta posizione e spessore delle lamiere, in modo tale che il processo avvenga in modo fluido e senza complicazioni. Le punte di taglio sono ingegnerizzate per consumare la minore quantità possibile di lubrificante per un’alta percentuale di rimozione di materiale e una vita superiore dell’utensile. Con velocità di rotazione fino a 3.000 giri/min, attacco mandrino SK40, questa testa a forare è in grado di lavorare acciaio al carbonio con diametri di 12.5 ~ 25 mm in spessori da 10 a 50 mm.

Tubo spessorato DN600, flangiato e con fondello bombato, in acciaio al carbonio con vari stacchi (branchetti) flangiati di dimensioni DN250, DN200, DN50.
Tubo spessorato DN600, flangiato e con fondello bombato, in acciaio al carbonio con vari stacchi (branchetti) flangiati di dimensioni DN250, DN200, DN50.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here