Taglio coil e punzonatura in linea

fig.DIMECOChe siano laminati a freddo, zincati, acciaio o preverniciati non è importante, poiché l’impianto è stato studiato per assicurare la massima flessibilità operativa. Aggregare operazioni di taglio e punzonatura su una sola linea per ridurre i costi di inventario e migliorare la capacità di risposta. Questo l’obiettivo del progetto sviluppato da Dimeco. Una risposta operativa che si è concretizzata con impianto capace di produrre pezzi laminati a freddo, zincati, acciaio, preverniciati (in spessori variabili da 0,45 a 1 mm) in meno di 12 secondi, nelle seguenti misure: da 1.200 a 6.000 mm di lunghezza, da 71 a 1.300 mm di larghezza, in spessori da 0,45 a 1 mm. Si tratta di prestazioni rese possibili da una linea composta da un un aspo svolgitore da 8 ton, da un dispositivo di applicazione di film, una Linapunch MC-E servo completamente elettrica, a cui si aggiungono anche un’unità di marcatura a getto d’inchiostro per codici a barre (A4 dotata di testa rotante 0 ° a 90 °), una cesoia trasversale, uno slitter con larghezza di taglio programmabile e un sistema di stoccaggio robotizzato. Cuore tecnologico è rappresentato dalla servo punzonatrice Linapunch MC-E, la cui alimentazione lungo l’asse “X” viene generata da un alimentatore Microfeed rullo azionato da servomotore accoppiato a un riduttore a gioco ridotto. Due sono le teste di punzonatura contrapposte mobili lungo l’asse Y; il loro movimento è alimentato attraverso viti a ricircolo di sfere azionate da servomotori. L’attuatore è invece un servomotore accoppiato a un sistema a ginocchiera per una forza di punzonatura massima di 400 kN; controllato da controllo numerico permette un accurato posizionamento di punti morti superiore e inferiore. La dotazione prevede che ogni testa disponga di 54 utensili di punzonatura. Più nel dettaglio, ogni testa ospita 2 cassette intercambiabili: in ciascuna può essere montato di serie con pacchetto di 6 utensili di dimensione “A”, 3 di “B”, 2 di “C”, una grandezza “D” e una “E”. La seconda cassetta Multi-index riceve 10 stampi e un gruppo rotante programmabile CN “Auto-index” o cartucce “multi-utensile”. Ciascuna può essere modificata in pochi minuti grazie ad appositi sollevatori e carrelli di movimentazione. Al fine di evitare operazioni di rilavorazione costose, la Linapunch MC-E può anche essere dotata di una funzione «upforming» che permette un rilievo fino a 6 mm verso l’alto. Invece di una fila di utensili standard, a 3 dimensioni tipo «C», è stato implementato un modulo (attivato da cilindri idraulici 8-ton) sul lato a valle delle cassette. Il sistema calcola così la sequenza in modo da eseguire operazioni di goffratura dopo la punzonatura. Per come progettato e sviluppata, la linea ha portato numerosi benefici, tra cui una riduzione del materiale di scarto, minore occupazione al suolo e una sensibile diminuzione del numero di coil in magazzino. DIMECO è rappresentata in Italia da Coil Engineering.

Euroblech 2014, Hall 27 – stand H80

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here