Una grande squadra e un unico partner tecnologico

Per la Dallan Spa il 2013 è stato un anno molto importante e rappresentativo per la propria attività. Ha visto infatti il completamento della fusione tra Dallan Spa, Dalcos Spa, Elda Srl, Ada Srl e Dallan Engineering; dall’inizio di quest’anno anche Simeoni Srl è entrata a farne parte, atto conclusivo di un progetto finalizzato a rendere le “6 sorelle” una struttura molto più efficiente e dinamica. Una sinergia ad alto valore aggiunto sul piano organizzativo, a tutto beneficio di clienti e partner che ora possono contare su un referente unico capace di affrontare progetti e nuove sfide di qualunque dimensione. Un patrimonio di 80 brevetti internazionali, soluzioni di prodotto e di processo sui quali oggi l’azienda può contare in modo univoco per crescere ancora. A cui si aggiunge un fatturato superiore ai 30 milioni di euro, generato grazie al prezioso contributo di oltre 150 addetti per una presenza dislocata nel mondo in circa 75 paesi. A capitale interamente privato, amministrata e gestita dall’omonima famiglia nella sede principale di Castelfranco Veneto (TV), Dallan vanta infatti un mercato fortemente orientato all’export. «Nel 2013 – precisa l’amministratore delegato Andrea Dallan – l’Italia ha coperto il 10% del fatturato, l’area UE circa il 40% e l’extra UE la restante parte. I mercati principali di riferimento principali sono nell’ordine Germania, Russia, Brasile, Medio Oriente e Cina». Specializzata nella profilatura, l’azienda costruisce ogni macchina e impianto intorno al prodotto del cliente e nel pieno soddisfacimento di precise specifiche. «Piuttosto che considerarci produttori di profilatrici – aggiunge Dallan – preferiamo restare specializzati in settori industriali specifici e legati ai materiali di spessore sottile come la protezione solare, la costruzione, l’illuminazione, i mobili metallici». In questi ultimi anni la strategia è stata infatti quella di concentrare risorse e perfezionare competenze in comparti precisi e definiti legati principalmente all’edilizia, ovvero: profili per cartongesso, T-bar, grigliati, veneziane, tapparelle, angolari, porte, serrande, cassonetti, mobili metallici, profili speciali, vetrocamera, illuminazione, doghe, filtrazione dell’aria e climatizzazione. Grande attenzione viene inoltre data al lato estetico e al design dei profili che usciranno dagli impianti prodotti. «Anche per questo motivo – continua Dallan – tutte le macchine e i prodotti vengono collaudati insieme ai nostri clienti prima di tutto presso la nostra sede in Italia; quindi gli impianti vengono smontati, spediti e reinstallati presso la destinazione finale. Cerchiamo infine di servire e soddisfare i nostri clienti prima di tutto con la fornitura di macchine per la loro produzione ma, allo stesso tempo, di dare loro soluzioni in co-design e in co-engineering per quanto sta intorno alla macchina. E mi riferisco per esempio alle delicate fasi di imballaggio, confezionamento, oltre che consulenza per l’approvvigionamento di materie prime e accessori per il completamento dei loro prodotti e dei loro processi».

Linea per produzione di Veneziane

Sempre al fianco del cliente
Attenzione al progetto, allo sviluppo e alla realizzazione dell’impianto, a cui segue una serie di servizi post vendita che non deve tradire le aspettative, tanto in ambito domestico, quanto soprattutto internazionale. «Con macchine in servizio 24 ore al giorno – rileva lo stesso Dallan – il servizio post vendita è essenziale per garantire il funzionamento corretto e continuativo degli impianti. La nostra struttura vanta uno staff di una cinquantina di tecnici meccanici, elettronici e software in grado di fornire assistenza direttamente presso le sedi dei clienti». Una struttura specifica che nel tempo si è rafforzata, consolidata e ottimizzata per i servizi di tele-assistenza, che permettono diagnosi rapide e, in molti casi, la soluzione del problema senza che siano necessari interventi diretti. Con poco meno di 3mila macchine installate nel mondo, la tecnologia di controllo in remoto si sta rivelando uno strumento prezioso e molto apprezzato dai clienti che riescono in pratica ad avere, nell’arco di poche ore, l’intervento di personale operativo presso di loro.

Fare innovazione tra ricerca e sviluppo
Quando l’innovazione rappresenta un fattore chiave, la stessa non può rinunciare a una costante attività di ricerca e sviluppo. Attività che oggi, a seguito della fusione societaria, gode anche di una sinergia di conoscenze trasversale e di trasferimento tecnologico capace di apportare ulteriore valore aggiunto. «Non meno del 4% del fatturato – sottolinea Dallan – viene mediamente investito in attività di ricerca e sviluppo. Frutto di tanto impegno profuso è rappresentato da nuovi brevetti che annualmente depositiamo, sia di prodotto, sia di processo». Innovazione che si può esprimere con interventi e studi su più livelli: dal punto di vista meccanico, elettrico, software o, in modo più ampio, sviluppando nuovi metodi operativi e/o processi funzionali. Un concreto esempio in questo senso riguarda quanto avvenuto non più di tre anni fa con l’introduzione delle prime macchine punzonatrici da coil completamente elettriche. Soluzione tecnologica che ha sostituito l’attivazione idraulica e che, a sua volta, ha apportato non solo benefici operativi ma anche ambientali, eliminando l’olio dei circuiti idraulici, limitando sensibilmente i consumi energetici e i costi di manutenzione rispetto alle rispettive esecuzioni idrauliche. Ma innovare significa anche grande attenzione non solo nello studio, nella costruzione e nell’assemblaggio delle profilatrici, ma anche nei dettagli che caratterizzano ogni singolo componente. «A questo proposito – continua Dallan – tutte le stazioni di profilatura delle nostre macchine includono la tecnologia Dallan®| Nonius, ovvero un semplice ma efficace sistema che permette di regolare ogni singola stazione con estrema precisione e ripetitività. E, molto più importante, una soluzione che consente di riportare la macchina al setting originale, come appena uscita dai nostri stabilimenti».

Soluzioni adeguate per ogni esigenze
Qualità di prodotto, di macchina e di tecnologie, unitamente a una profonda attenzione al cliente e servizio globale (anche post-vendita). Questo è quanto Dallan ha costruito in oltre 35 anni di attività e continua oggi a offrire al mercato. Sin dal 1978, quando l’azienda fu fondata dall’ing. Sergio Dallan. Oggi l’azienda si pone quale importante punto di riferimento nel mercato internazionale in grado di offrire soluzioni semplici da impiegare per realizzare prodotti di qualità eccellente, a partire da lamiere sottili. In altre parole, una lunga storia di successi e positivi riscontri di affidabilità e flessibilità che oggi cerca nuove sfide e nuove opportunità di crescita. «Crescita – aggiunge e conclude Andrea Dallan – adeguata e allineata ai mercati in cui operiamo. In termini di sviluppo tecnologico, infatti, l’offerta deve seguire la diversità di domanda che esiste nelle varie regioni e secondo precisi requisiti. Mercati più maturi, per esempio, necessitano e richiedono di elevata qualità di prodotto e grande automazione per mantenere costi di produzione competitivi rispetto ai mercati emergenti. A questo proposito siamo in grado di offrire soluzioni altamente integrate di produzione, di confezionamento e di packaging. Per i mercati emergenti possiamo invece proporre soluzioni produttive generalmente più essenziali, in grado tuttavia di realizzare prodotti per la costruzione di qualità a partire dalle materie prime reperibili nella zona geografica di riferimento».
In sintesi, ad ognuno il suo processo di profilatura: personalizzato e performante.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here